Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

  • ù

Stella e Eugenia vincenti, Namasté e Low Noise in evidenza

 

 

12 aprile 2015

 

Campionato di Primavera di La Spezia

 

/

 

Regata dei Cetacei

 

_ _ §§§ _ _

 

Campionato di Primavera


Stella e Eugenia vincono in

 

ORC e Gran Crociera


Cala il sipario su questa bellissima edizione del Campionato di Primavera del Golfo di La Spezia che troverà posto nell’album dei ricordi per le giornate di vela, sole e vento; regate disputate grazie ad un’impeccabile organizzazione (Comitato dei Circoli Velici e Giuria) che non finiremo mai di celebrare.


 Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

Con le due prove (settima ed ottava) di domenica 12 aprile i valori in campo sono stati definitivamente certificati e le conferme sono arrivate puntuali in tutte le classi.

In ORC A la nostra buona Stella di Beppe Cavalieri e Stefano Fava chiude con parziali da prima della classe (1,1,1,1,1,2,2,1) riportando il trofeo nella bacheca dello Yacht Club Parma. Grande soddisfazione anche per lo sponsor Parmigiano Reggiano che ha bene investito su quest’equipaggio. Il calendario di Stella prevede una fitta serie di primarie regate con obbiettivo principale il Campionato Mondiale a Barcellona. Dietro a Stella si classifica XPress che ha ben regatato e tenuto testa ai velocissimi di casa nostra. Al quarto posto troviamo Namasté, l’altra barca dello Yacht Club Parma dove un instancabile Gianluca Carretta ha sferzato un equipaggio di volenterosi sempre pronti a dare il meglio. In evidenza Valkiria che nell’ultima giornata ha messo a segno un terzo ed un secondo posto.

La parola al comandante Carretta:

" Si è rinnovata, anche quest'anno, la partecipazione di un equipaggio
patrocinato dallo YCP al campionato primaverile di Spezia.
Il Comet 41c Namasté ha sostituito lo "storico" 36.7 delle due edizioni passate.
E con la barca nuova sono arrivati nuovi innesti nella formazione:
ai "veterani" Franco Bernini, Gianluca Carretta, Luca Ghidini si sono aggiunti
Gianpaolo Ghilardotti, Angelo Zecchini, Andrea Roffi, Lele Giunipero, Antonio Ciccarelli,
Massimo Diacci e Michele Baroc. Il team è stato supportato inoltre da
Luca Cassano e dalla grande esperienza di Alberto Pardini e Roberto Iorio.
Miglior piazzamento un più che onorevole quarto posto in una delle prove disputate
con un quinto in classifica generale a ridosso di equipaggi sicuramente più "navigati". "

 

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(l'equipaggio di Namasté)


 

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(Stella in azione)

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(l'equipaggio di Stella, Beppe Cavalieri e Stefano Fava)

 

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(Coconut e Valkiria)

 

In ORC B il nostro Giovanni Canali con Low Noise e tutto il gruppo dei soci e tesserati Yacht Club Parma conclude al terzo posto la terza prova ed al quarto l’ultima. Il risultato di classifica finale è secondario per questo gruppo che sta lavorando con un progetto in testa, come ci racconta Giovanni Canali:

 

"Esperienza positiva per l’acabete sailing team, alle prese con un salto di qualità che sta creando non poche difficoltà all’equipaggio. Le regate del campionato di primavera a La Spezia sono state una serie di prove difficili e di livello tecnico elevato, sicuramente un modo efficace di allenarsi in barca.
Dopo un 2014 pieno di soddisfazioni, approcciare in classe ORC con una barca d’eccezione come Low Noise (attualmente detentrice del titolo mondiale ORC) è stata una scelta azzardata ma vincente per mantenere alto lo stimolo di voler continuare a imparare e migliorare, a indubbio discapito dei risultati che sono stati deludenti e la classifica ci defila ad un quarto posto ben distante dal terzo. Di contro la soddisfazione di competere con barche di alto livello appaga comunque le minori performance.
E lentamente l’equipaggio si abitua a tempi di manovra e velocità della barca completamente diversi, distanze tra gli avversari e campo di regata nuovi, tattiche e target quasi sconosciuti prima.
Un merito all’acabete salinig team, tuttavia, va riconosciuto (anche se non è propriamente un vanto!!); cioè di aver dimostrato un assunto che da anni era dibattuto tra gli appassionati della vela: il risultato non è così tanto funzionale all’imbarcazione che si utilizza, ma è l’equipaggio a fare la differenza.
Dimostrato ciò, e volendo continuare a insistere sul proprio percorso, non resta che rimboccarsi le maniche e navigare miglia su miglia: i risultati non tarderanno ad arrivare e se anche tarderanno, sarà divertente cercarli. Qualcuno disse che la parte piacevole è il viaggio e non la meta.
L’equipaggio Acabete, è così composto:
Tattica e coaching Duccio Colombi
Timone Giovanni Canali
Randa Matteo Guareschi
Tailer Federico Mesa e Filippo Petrolini
Centrale Pietro Manara
Albero / jolly Mario Damiani
Prua Rocco Leoni ed Emiliano Bedogni "

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(L'equipaggio di Low Noise)


In classe Gran Crociera i complimenti vanno ad Eugenia drel nostro socio Mauro Broglio. Anche qui tutto l’equipaggio è targato Yacht Club Parma ed anche nelle ultime due prove ha fatto il vuoto nella classe con un secondo ed un primo, chiudendo sul primo gradino del podio un Campionato sempre regolare. Dal racconto di Roberto Zanardi:

 

"EUGENIA, dal greco l’origine del nome è “nata bene”... cosi come è “nata bene” la nuova avventura dei soci Y.C. Parma, con l'armatore Mauro Broglio a bordo di Eugenia un X-Yacht X-442.
Mauro (timoniere e tattico) ha preso sotto la sua guida un equipaggio variegato in esperienze e competenze, ha saputo assegnare i ruoli e creare un gruppo da subito affiatato, tra le boe e a fine veleggiata durante i “briefing”, dove concertazione e fisicità non venivano meno, come dimostra la foto della “sala riunioni” allestita da Susanna (aiuto prodiere) e Marco (tailer), a bordo della loro barca appoggio messa a disposizione!
Le prime prove di campionato sono state disputate in un campo di regata con venti importanti, dai 20 ai 30 nodi, mettendo seriamente alla prova il nuovo equipaggio, che invece di scoraggiarsi ha trovato maggiore motivazione e profuso grande impegno. Le tre prove si sono concluse con i risultati di 5-2-5.
I buoni consigli dei più esperti l’entusiasmo e l'impegno dei meno esperti, hanno portato Eugenia in poco tempo in testa alla classifica generale, conseguendo nelle tre successive regate i risultati di 1-1-1.
Nell'ultima giornata di regata i primi quattro erano racchiusi in 6 punti di classifica, quindi un primo posto ancora tutto da giocare. Per fortuna Eolo si è fatto sentire e Eugenia con il suo equipaggio non si sono fatti scappare l'occasione ottenendo nelle ultime due prove i risultati di 2-1, concludendo così al primo posto il campionato di primavera di La Spezia nel Gruppo A, classe Gran Crociera!
Eugenia crew:
Mauro Broglio armatore (Timoniere/Tattico), Sara Barabaschi (Randa), Omar Monari (aiuto Randa), Luca Bacchi (Tailer), Marco (Tailer), Luigi Gatti (Drizze), Stefano Salati (Albero), Susanna Manfredi (aiuto Prodiere), Tommaso Ricci (aiuto Prodiere) e Roberto Zanardi (Prodiere)"

Yacht Club Parma vince al Campionato di Primavera

(Eugenia, impeccabile anche nel dopo regata)

 

Nella stessa classifica troviamo i nostri amici di Ventinpoppa (che sono tesserati YCP) i quali con Hellenica hanno fatto segnare un regolare 5° e 4° posto portando a casa un ottimo piazzamento finale. Capitanati da Pier Francesco Calò hanno innescato un duello a distanza con l’altra barca condotta da Davide Di Prato in una sfida tutta casalinga.

 
Nella classe 36.7 poche novità con la solita Nautilus Too a farla da padrona su una flotta di inseguitori. Ad onor del vero, complice anche il vento allegro, si è finalmente vista un po’ di alternanza in classifica consentendo agli equipaggi un po’ più preparati di emergere nonostante la disparità evidente di mezzi. E’ il caso di Alcam che prende il primo posto all’ultima prova disputata con vento.

 
Sono mancati i fotografi; e il pensiero va a chi l’anno scorso si era lamentato perché non gli avevano fatto abbastanza foto.


Infine il Campionato di Primavera di La Spezia è stata un’occasione per toccare con mano quanto sia nutrito l’elenco dei parmigiani in gara. Agli equipaggi dello Yacht Club Parma si aggiungono quelli degli amici di Ventinpoppa ed i vari atleti tesserati YCP anche di
Nonsolovela . Se poi si considerano le barche organizzate da Parmavela si arriva intorno alle 200 unità; aggiungendo che ci sono poi gli strajé, oriundi o d’adozione, che puntualmente vediamo sparpagliati sulle varie barche. La calata di quest’esercito di emiliani era impensabile solo fino a pochi anni fa; segno che chi si dedica alla nautica di casa nostra, sia pure con interessi diversi, lo fa con capacità di coinvolgimento dando vita ad un fenomeno che, fatti i debiti rapporti, appare unico in Italia.

 
__/)__

 

Grande divertimento per Matisse

 

Gianpalo Ghilardotti sempre presente

 

alla Cetacei


pubblichiamo il divertente racconto di Gianpaolo Ghilardotti

" Partenza sotto un bel sole, pochissimo vento da NW, scegliamo di fare una rotta vicino a costa, dopo diverse ore con velocità prossime ai 3knt,  verso mezzanotte il vento rinforza notevolmente  e gira a Sud, la scelta della rotta sottocosta ci pare sia stata una scelta corretta.
Scapoliamo il Tino al traverso con il gennaker al limite (abbiamo distrutto il bompresso) , poggiamo e facciamo qualche ora al lasco , dopodichè il vento gira ancora, su di genoa, bolina con un onda fastidiosissima esattamente a prua che ci fa sbattere e ci rallenta continuamente ma con più o meno 16 knt di reale arriviamo alle 12,30 alla Giraglia, dalle imbarcazioni che vediamo doppiare il famoso isolotto, stimiamo di essere piu o meno in 10-12° posizione e per un imbarcazione ed uno spirito di regata come il nostro ci pare quasi incredibile.  

 

Yacht Club Parma alla Regata dei Cetacei

 

Rotta verso Viareggio con passaggio a  nord della Gorgona, ci spingono sempre i soliti 16 nodi ed al lasco tocchiamo velocità tra gli 8-9 nodi  (velocità registrate da un app di track che ci ha fatto scaricare il comitato di regata).
Esaltati dalle prestazioni quasi rischiamo di restare a digiuno e su Matisse è una situazione mai vista, ma ci ravvediamo subito con un menù a base di funghi, crespelle gratinate, risottino con la salsiccia, tarte tatin (fatta a bordo) ed una anzi piu di una, buona bottiglia.

 

Yacht Club Parma alla Regata dei Cetacei

 

A circa 4-5 miglia  a nord della Gorgona, la nostra bella prestazione finisce purtroppo con il calo drastico del vento e Matisse con poca aria diventa uno scoglio e paga enormemente nei confronti di altre imbarcazioni super leggere e svuotate di ogni cosa superflua.
Dopo diverse ora a ” galleggiare in questo splendido mare” decidiamo a malincuore di abbandonare e mai rammento un ritiro che ci ha lasciato con un senso di profonda delusione.
Accendiamo il motore direzione Spezia, mi accosto in pontile a Namastè mi imbarco nella speranza di rifarmi su di essa, certamente con uno spirito piu agonistico ma che per la prima volta ho visto anche a bordo di Matisse, mi aspetto che per il prossimo anno l’equipaggio mi chieda di smontare tutto. "

Yacht Club Parma alla Regata dei Cetacei

(l'equipaggio di Matisse)

Bacheca

Sono partite le preiscrizioni al corso per il conseguimento della patente nautica.

Per informazioni e iscrizioni la segreteria è a vostra disposizione!

YCP fortissimo al Campionato di Primavera