Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

  • ù

Serata Nave Destriero

giovedì 22 novembre 12

 

I soci, gli amici ed il pubblico delle grandi occasioni (Giuliano Molossi, Giampaolo Dallara, Giorgio Balestrero patron delle Scuderie Balestrero, e ancora Andrea De Adamich) tutti riuniti il 22 novembre per festeggiare al Castello di Felino i cinque anni della fondazione dello Yacht Club Parma, la prima istituzione nautica della nostra città. Cinque anni intensi e ricchi di soddisfazioni rievocati in una carrellata di immagini su attività e traguardi raggiunti.

 

Yacht Club Parma serata Destriero


Il ringraziamento più sentito è andato ai soci dello Yacht Club Parma che hanno sempre puntato alto sulla qualità e l’importanza delle iniziative credendo in un progetto importante che riunisce tutta l’eccellenza della nautica di casa nostra.


 

Yacht Club Parma Cesare Fiorio cena di gala

 

Lo Yacht Club Parma grazie ad un prestigio riconosciuto nel panorama dello yachting nazionale è l’Associazione in grado di portare nella nostra città testimonianze di protagonisti importanti, uomini con storie significative da raccontare che fanno vibrare le corde degli appassionati. Per dirla in una parola: la nautica che conta.


L’anno scorso Alessandro Di Benedetto, il primo velista al mondo ad aver circumnavigato il globo con la barca più piccola di sempre (mt. 6.40) venne proprio allo Yacht Club Parma a ricevere il suo primo riconoscimento. A febbraio di quest’anno erano presenti al Teatro Regio i 7 navigatori oceanici più famosi.


Con lo stesso orgoglio lo Yacht Club Parma è stata la sede per rievocare un’impresa che ancora una volta rende merito all’intraprendenza e l’ardimento dei navigatori italiani dell’era moderna: l’impresa del Destriero di venti anni fa.


Yacht Club Parma Cesare Fiorio cena di gala 

 

Testimonial d’eccezione proprio lui, Cesare Fiorio; il manager sportivo al quale nel 1992  l’avvocato Agnelli e l’Aga Khan affidarono il compito di chiamare a raccolta il miglior engineering italiano regalando al nostro paese un primato che ancora oggi rappresenta un record imbattuto: la traversata dell’Atlantico nel minor tempo. Il noto giornalista sportivo Guido Schittone ha condotto l’intervista a Cesare Fiorio il quale ha ripercorso quel 9 agosto 1992 in cui coprì col suo equipaggio (selezionato fra 80 tecnici espertissimi) 3.106 miglia nautiche senza rifornimento sull'Oceano Atlantico, da New York al faro di Bishop Rock nelle Isole Scilly in Inghilterra in 58 ore, 34 minuti e 50 secondi, alla velocità media di 53,09 nodi (98,323 km/h), impiegando ventuno ore e mezza in meno del precedente record appartenuto al catamarano inglese (del tipo wavepiercing). Anche lo scorso anno gli inglesi hanno tentato di riprendersi il record ma si sono dovuti fermare quattro ore sotto al tempo migliore che rimane quello di Fiorio.



Alla domanda qual è stato il momento più difficile” Fiorio ha risposto: “la notte. Mentre volavamo letteralmente sulle onde dell’oceano in un buio totale, il Destriero impattava sull’acqua ed hanno iniziato a suonare tutti gli allarmi. Lì si è innescato un braccio di ferro tra me ed il Capo Macchine il quale si rifiutava si staccare gli allarmi se io non avessi rallentato. E non avevo alcuna intenzione di farlo!”. E com’è andata a finire: “dopo mezz’ora abbiamo trovato un compromesso; mi è costato due nodi di velocità”.


Oggi Cesare Fiorio, un uomo che ha nel palmares qualcosa come 20 titoli mondiali nell’automobilismo, vive in una masseria in Puglia e, ironizza l’intervistatore, guida un trattore. “Ma se qualcuno mi proponesse una sfida come il Destriero” dichiara Fiorio, “sarei pronto a rimettermi ai comandi”.


La serata è stata sponsorizzata da Centro Porsche Parma, Fanfoni B & O e Fidenza Village insieme a Spa Center e Gioielleria Valenti che hanno riservato doni ai soci dello Yacht Club Parma: rispettivamente una settimana di abbonamento gratuito nel centro di fitness e benessere ed un piatto commemorativo del quinquennale dello Yacht Club Parma.

 

Yacht Club Parma festa dei 5 anni


Velisti e cultori dei motori tutti riuniti allo Yacht Club Parma a conferma che la nautica, quando la si vive con passione, la si ama tutta.


Per iscriversi allo Yacht Club Parma per il 2013 segreteria@yachtclubparma.it e per informazioni sulle iniziative in corso www.yachtclubparma.it 

Bacheca

Sono partite le preiscrizioni al corso per il conseguimento della patente nautica.

Per informazioni e iscrizioni la segreteria è a vostra disposizione!